Urbania - Museo di storia dell'agricoltura e artigianato

Cantina ducale - Sala ciclo del grano

LA SEDE E LE COLLEZIONI

A Urbania, sin dai primi anni settanta, grazie al Gruppo di Ricerca sulla Storia dell'Agricoltura dell'Alto Metauro, è stata avviata un'opera di raccolta e studio di strumenti e testimonianze della cultura contadina e artigianale locale, che ha dato origine ad una cospicua documentazione. Quest'opera di tutela e promozione dei beni demoantropologici è stata successivamente continuata e promossa dal Comune di Urbania, dalla locale scuola Media N. Pellipario e dall'Istituto Tecnico Professionale, con i quali si gettarono le prime basi del Museo di Storia dell'Agricoltura e dell'Artigianato (MUSAA). Negli anni 1999-2000, grazie al progetto Musei Partecipati (curato dalla Comunità Montana dell’alto e medio Metauro e dai comuni di Borgo Pace, Sant’Angelo in Vado e Urbania ) e stato possibile realizzare il nuovo allestimento del MUSAA con l'obiettivo di dare un ampio respiro storico alla propria raccolta demologica organizzandola per ambienti e per cicli (grano, vite e del vino).

Grazie all'azione di studio svolta dal Museo sono state create delle sinergie con artigiani e aziende agrituristiche che hanno consentito sia ai clienti delle stesse sia ai visitatori dei musei di poter conoscere ed eventualmente fruire di entrambe le strutture per fornire una nuova esperienza interattiva in cui oltre allo stare e al vedere ci sia anche il muoversi e il fare.

 

clicca per allargare l'iimagine

Il Museo di Storia dell’Agricoltura e dell’Artigianato di Urbania è allestito nelle storiche cantine del cinquecentesco Palazzo Ducale, dove, in distinte sezioni, sono esposti alcuni ambienti della quotidianità della vita rurale: la fonte, la cucina, la stalla, corredati da oggetti d’uso in terracotta provenienti dalla Raccolta Maurri Poggi del Museo Civico di Urbania e alcuni strumenti di lavoro più significativi dei cicli del grano, della vite e del vino.

Questi materiali sono accompagnati da interessanti immagini fotografiche scattate, nel corso del Novecento, nelle campagne della provincia di Pesaro e Urbino.

Il percorso si chiude nella contigua rampa elicoidale di Francesco di Giorgio Martini, dove è documentata sommariamente la storia della prima fabbrica di Urbania -Manifattura Albani- specializzata nella produzione di terraglie. I suoi laboratori vennero allestiti nel 1820 dal cardinale Giuseppe Albani all’interno del Palazzo Ducale e portati, alla fine del XIX secolo, dalla famiglia Castelbarco -erede del patrimonio Albani-, alla dimensione di attività industriale di livello nazionale.

© 2005-2020 Museipartecipati - Gestito con docweb - [id]